CENTRALINA

CENTRALINA

Nascono dall’evoluzione dei filtri autopulenti, ai quali è aggiunta una spazzola rotante manuale, che viene azionata periodicamente dall’operatore per staccare le particelle, che aderiscono alla microrete filtrante, espellendole all’esterno attraverso una valvola che è lasciata semichiusa in modo da non interrompere il ciclo irriguo. Inoltre è disponibile la versione con spazzola rotante semiautomatica, grazie al vortice creato dal diffusore interno. Il movimento semiautomatico di questa spazzola tangente al cilindro filtrante interno, pulisce in modo continuo e costante il corpo filtrante mantenendo il filtro sempre al massimo dell’efficienza. Sono progettati e realizzati per rimuovere le particelle di sabbia ed organiche che si trovano nell’acqua per l’irrigazione proveniente da pozzi, fiumi e laghi.

 Il cilindro filtrante è dotato di una micro rete in acciaio Aisi 316 elettrosaldata per ottenere un grado di filtrazione da 50/80/120 Mesh. Sono disponibili in vari diametri da 2” a 6” e con attacchi filettati maschio, femmina, snodo sferico, flangiato o victaulic a secondo delle pressioni alle quali vengono sottoposti. Le superfici filtranti vanno da 1880 cm² a 5000 cm² con portate da 29 a 162 Mc³/h. E’ possibile accoppiare più filtri per aumentare le portate utili. I filtri sono protetti con zincatura a caldo ed inoltre possono essere verniciati per aumentarne ulteriormente la vita e migliorarne l’aspetto estetico.

Descrizione

CENTRALINA DI CONTROLAVAGGIO TIC-DP

La centralina TIC-DP è un sistema di contro lavaggio per filtri da 2 a 8 stazioni, utilizza l’alimentazione di due batterie alcaline mezza torcia da 1,5 volt modello C oppure a richiesta potrà essere di tipo 220 Volt AC con alimentazione esterna.
Le due batterie da 1,5 Volt svolgeranno il loro lavoro per la durata di circa 4000 contro lavaggi, è consigliabile comunque sostituirle una volta l’anno.

La centralina opera mediante solenoidi bistabili latch 9/12 V DC.
La centralina è regolata da due commutatori CICLO, DURATA con l’opzione di un terzo il quale determina la regolazione della pressione, commutatore PRESSIONE.

TEST DI START CENTRALINA

La centralina TIC-DP permette di svolgere tutte le funzioni usando solo due commutatori (CICLO e ( DURATA)con l’opzione di un terzo (PRESSIONE) posizionato sempre sul pannello centrale. Il commutatore CICLO definisce l’intervallo di tempo che intercorre tra un lavaggio e l’altro. Il commutatore DURATA definisce il tempo di apertura delle valvole. Il commutatore PRESSIONE, definisce la taratura di intervento ad un determinato delta p (a step di 0,2 bar) del pressostato interno. Collegare i fili elettrici dei solenoidi negli appositi connettori indicati come V1, V2, V3, V4, V5 master (se prevista) nella scheda madre all’interno della centralina, rispettando la polarità (nero/colore). Inserire le batterie, se richieste nell’apposito contenitore rispettando le polarità. Il led rosso lampeggia per 5 volte. A questo punto dopo pochi secondi la centralina farà partire un test di apertura e chiusura delle elettrovalvole, per posizionarle nella modalità di chiusura. Il ritardo tra le aperture e chiusure delle valvole viene inserito tramite dip-switch localizzato sulla scheda madre all’interno centralina.

Impostazioni ritardo tra i lavaggi

TEST VERIFICA SISTEMA CON CICLO E DURATA

Posizionare il commutatore del CICLO sia su STOP.

1) Mantenendo il commutatore CICLO in posizione di STOP, programmare il commutatore DURATA definendo il tempo del lavaggio da 7 secondi a 20 minuti.

2) Passare alla programmazione del CICLO, disponibile negli intervalli di tempo da 15 minuti a 24 ore.

Dopo aver selezionato anche il CICLO la centralina farà partire il primo contro lavaggio.
Una volta fissata la DURATA ed il CICLO per cambiare le impostazioni non si farà altro che spostare i commutatori nei tempi scelti.
Ogni volta che si modifica la selezione, il contro lavaggio ripartirà immediatamente per poi ristabilirsi nelle programmazioni fatte sui commutatori di CICLO e DURATA.
Una volta chiusa l’ultima elettrovalvola il ciclo ripartirà seguendo l’impostazione impostate nei due commutatori. di CICLO e DURATA.
Il ritardo tra le aperture e chiusure delle valvole come già menzionato precedentemente viene inserito tramite un dip switch all’interno della scheda madre.

INFORMAZIONI SUL FUNZIONAMENTO LED

Durante l’attesa di un lavaggio si ha un lampeggio ogni 4 secondi.
Durante il lavaggio partito per scadenza temporale, si ha un lampeggio veloce ogni secondo.
Nel caso di partenza del lavaggio per pressione differenziale maggiore di quella impostata sul pressostato interno o su quello esterno (PRESS) il led lampeggia rapidamente due volte per tutto il periodo del lavaggio.
La pressione differenziale sul pressostato interno, così come nel pressostato esterno, non viene letta durante il ciclo del lavaggio.
Il sistema può indifferentemente essere utilizzato con pressostato esterno o con pressostato interno.
Per selezionare la pressione bisogna mettere il sistema in STOP e quindi muovere il commutatore PRESSIONE, in tal caso viene letta la pressione differenziale in modo continuativo e viene evidenziata come segue.
Nel caso di pressione superiore a quella impostata con il commutatore il led rimane acceso, se la pressione è inferiore led lampeggia brevemente (15 secondi).
Scaduto il tempo di misura il led rimarrà spento.
Dopo aver impostato la pressione ritornare alla condizione di lavaggio normale impostando come detto prima il CICLO e DURATA.

CENTRALINA IN CASCATA

Se si vogliono dei controlavaggi con più centraline in sequenza è possibile collegare la prima centralina (MASTER) ad una seconda (SLAVE)tramite due connessioni elettriche.
Collegare i fili nell’apposito connettore ABIL EXT per la prima centralina e nell connettore PRESS nella seconda. Così di seguito si possono collegare n centraline.

Il CICLO sarà comandato dalle impostazioni fatte sulla prima centralina (MASTER) mentre sulla centralina SLAVE il commutatore CICLO dovrà essere impostato su EXT.
La DURATA può essere indipendente indipendente sia per la MASTER che per la SLAVE.
Una volta terminato il controlavaggio della prima, l’uscita ABIL EXT manderà un segnale al pressostato della seconda centralina, tramite il collegamento elettrico (ha una polarità da rispettare).

CONNESSIONE CENTRALINE IN CASCATA

Se si vogliono dei controlavaggi con più centraline in sequenza è possibile collegare la prima centralina (MASTER) ad una seconda (SLAVE)tramite due connessioni elettriche.
Collegare i fili nell’apposito connettore ABIL EXT per la prima centralina e nell connettore PRESS nella seconda. Così di seguito si possono collegare n centraline.

Il CICLO sarà comandato dalle impostazioni fatte sulla prima centralina (MASTER) mentre sulla centralina SLAVE il commutatore CICLO dovrà essere impostato su EXT.
La DURATA può essere indipendente indipendente sia per la MASTER che per la SLAVE.
Una volta terminato il controlavaggio della prima, l’uscita ABIL EXT manderà un segnale al pressostato della seconda centralina, tramite il collegamento elettrico (ha una polarità da rispettare).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “CENTRALINA”