1 – 10 (DC/AC)

FILTRON 1

La Filtron 1 – 10 è una centralina modulare, capace di comandare il controlavaggio di batterie di filtri automatici da una a 10 unità.

Descrizione

CARATTERISTICHE

  • La Filtron 1 – 10 è una centralina modulare, capace di comandare il controlavaggio di batterie di filtri automatici da una a 10 unità;
  • sono disponibili sia modelli in corrente alternata (AC) che continua (DC);
  • i modelli DC possono essere alimentati sia con batteria 6VDC che 12VDC e azionano solenoidi 12VDC bistabili. Il voltaggio per i solenoidi è garantito da una “pompa di carica”;
  • I modelli AC sono provvisti di un trasformatore interno che può essere alimentato a 110 o a 220 V e produce esce a 24 VAC per pilotare i solenoidi;
  • I cicli di lavaggio possono essere avviati a tempo e/o dal pressostato differenziale interno della centralina. È inoltre possibile utilizzare un pressostato differenziale esterno che dia un
    contatto pulito;
  • l’avvio di cicli senza fine può essere inibito programmando un numero definito al di sopra del quale viene individuato un guasto;
  • la centralina è capace di azionare una valvola principale (o sostegno pressione) e un allarme;
  • l’unità è fornita di un display LCD e di pulsanti per la programmazione;
  • la centralina conta, separatamente, i lavaggi eseguiti a tempo, per differenza di pressione e manualmente.
La centralina è fornita di un display LCD e di quattro tasti come nella figura. Quando l’unità resta a riposo per un minuto, il display si spegne e l’unico segnale di funzionamento è dato dal beep che si ripete ogni 20 secondi. Toccando un qualunque tasto per qualche secondo, si riaccende il display.

TEST DI START CENTRALINA

La centralina TIC-DP permette di svolgere tutte le funzioni usando solo due commutatori (CICLO e ( DURATA)con l’opzione di un terzo (PRESSIONE) posizionato sempre sul pannello centrale. Il commutatore CICLO definisce l’intervallo di tempo che intercorre tra un lavaggio e l’altro. Il commutatore DURATA definisce il tempo di apertura delle valvole. Il commutatore PRESSIONE, definisce la taratura di intervento ad un determinato delta p (a step di 0,2 bar) del pressostato interno. Collegare i fili elettrici dei solenoidi negli appositi connettori indicati come V1, V2, V3, V4, V5 master (se prevista) nella scheda madre all’interno della centralina, rispettando la polarità (nero/colore). Inserire le batterie, se richieste nell’apposito contenitore rispettando le polarità. Il led rosso lampeggia per 5 volte. A questo punto dopo pochi secondi la centralina farà partire un test di apertura e chiusura delle elettrovalvole, per posizionarle nella modalità di chiusura. Il ritardo tra le aperture e chiusure delle valvole viene inserito tramite dip-switch localizzato sulla scheda madre all’interno centralina.

Impostazioni ritardo tra i lavaggi

TEST VERIFICA SISTEMA CON CICLO E DURATA

Posizionare il commutatore del CICLO sia su STOP.

1) Mantenendo il commutatore CICLO in posizione di STOP, programmare il commutatore DURATA definendo il tempo del lavaggio da 7 secondi a 20 minuti.

2) Passare alla programmazione del CICLO, disponibile negli intervalli di tempo da 15 minuti a 24 ore.

Dopo aver selezionato anche il CICLO la centralina farà partire il primo contro lavaggio.
Una volta fissata la DURATA ed il CICLO per cambiare le impostazioni non si farà altro che spostare i commutatori nei tempi scelti.
Ogni volta che si modifica la selezione, il contro lavaggio ripartirà immediatamente per poi ristabilirsi nelle programmazioni fatte sui commutatori di CICLO e DURATA.
Una volta chiusa l’ultima elettrovalvola il ciclo ripartirà seguendo l’impostazione impostate nei due commutatori. di CICLO e DURATA.
Il ritardo tra le aperture e chiusure delle valvole come già menzionato precedentemente viene inserito tramite un dip switch all’interno della scheda madre.

INFORMAZIONI SUL FUNZIONAMENTO LED

Durante l’attesa di un lavaggio si ha un lampeggio ogni 4 secondi.
Durante il lavaggio partito per scadenza temporale, si ha un lampeggio veloce ogni secondo.
Nel caso di partenza del lavaggio per pressione differenziale maggiore di quella impostata sul pressostato interno o su quello esterno (PRESS) il led lampeggia rapidamente due volte per tutto il periodo del lavaggio.
La pressione differenziale sul pressostato interno, così come nel pressostato esterno, non viene letta durante il ciclo del lavaggio.
Il sistema può indifferentemente essere utilizzato con pressostato esterno o con pressostato interno.
Per selezionare la pressione bisogna mettere il sistema in STOP e quindi muovere il commutatore PRESSIONE, in tal caso viene letta la pressione differenziale in modo continuativo e viene evidenziata come segue.
Nel caso di pressione superiore a quella impostata con il commutatore il led rimane acceso, se la pressione è inferiore led lampeggia brevemente (15 secondi).
Scaduto il tempo di misura il led rimarrà spento.
Dopo aver impostato la pressione ritornare alla condizione di lavaggio normale impostando come detto prima il CICLO e DURATA.

CENTRALINA IN CASCATA

Se si vogliono dei controlavaggi con più centraline in sequenza è possibile collegare la prima centralina (MASTER) ad una seconda (SLAVE)tramite due connessioni elettriche.
Collegare i fili nell’apposito connettore ABIL EXT per la prima centralina e nell connettore PRESS nella seconda. Così di seguito si possono collegare n centraline.

Il CICLO sarà comandato dalle impostazioni fatte sulla prima centralina (MASTER) mentre sulla centralina SLAVE il commutatore CICLO dovrà essere impostato su EXT.
La DURATA può essere indipendente indipendente sia per la MASTER che per la SLAVE.
Una volta terminato il controlavaggio della prima, l’uscita ABIL EXT manderà un segnale al pressostato della seconda centralina, tramite il collegamento elettrico (ha una polarità da rispettare).

CONNESSIONE CENTRALINE IN CASCATA

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “FILTRON 1”