FILTRO A SPAZZOLA MANUALE DN 100

FSPM40FLPN10

Nascono dall’evoluzione dei filtri autopulenti, ai quali è aggiunta una spazzola rotante manuale, che viene azionata periodicamente dall’operatore per staccare le particelle, che aderiscono alla microrete filtrante, espellendole all’esterno attraverso una valvola che è lasciata semichiusa in modo da non interrompere il ciclo irriguo.

Il movimento semiautomatico di questa spazzola tangente al cilindro filtrante interno, pulisce in modo continuo e costante il corpo filtrante mantenendo il filtro sempre al massimo dell’efficienza. Sono progettati e realizzati per rimuovere le particelle di sabbia ed organiche che si trovano nell’acqua per l’irrigazione proveniente da pozzi, fiumi e laghi.

Descrizione

Per il suo funzionamento utilizza le seguenti tecnologie:

– Un cilindro esterno interamente in acciaio inox AISI 304 sulle cui pareti interne viene applicata una microrete in acciaio inox AISI 304 perfettamente liscia e sagomata, in tal modo le impurità scivolano sulla parete senza attaccarsi.

– Una piastra a fori elicoidali imprime all’acqua in entrata una forte accelerazione, creando una forza centrifuga che stacca i sedimenti dalla parete, mantenendoli in sospensione e spingendoli verso una camera di accumulo.

– Tappi in gomma. Il filtro viene dotato di appositi tappi in gomma che l’operatore dovrà posizionare all’interno dei fori elicoidali.

Condizione essenziale per il buon funzionamento del filtro a spazzola manuale è che vengano rispettati i parametri di pressione e portata.

Seguendo il diagramma delle tabelle di portata e grazie a due manometri di pressione di cui uno in entrata e uno in uscita, l’operatore potrà regolare l’esatta portata d’acqua.

– Un asse in acciaio inox AISI 304 su cui è applicata una spazzola che grazie a una maniglia esterna posta sul coperchio del filtro l’operatore dovrà azionare manualmente per asportare le impurità accumulatesi.

– Una camera di accumulo impurità alloggiata all’interno del coperchio.

– Valvola di scarico. Azionando la valvola di scarico posta sul coperchio del filtro si effettuerà la pulizia del filtro, evitando la fastidiosa problematica della fase di smontaggio e pulitura della cartuccia interna.

In presenza di acque con particelle superiori a 80 micron è consigliabile accoppiare il filtro a spazzola manuale a un filtro idrociclone o a un filtro a quarzite, che in questo caso svolgono una funzione di protezione salvaguardando la microrete interna in acciaio inox AISI 304, da usure, lesioni o danneggiamenti.

FUNZIONAMENTO

Quando la differenza di pressione tra il manometro d’ingresso e quella di uscita supera 1 bar è necessario aprire completamente la valvola di scarico per favorire la fuoriuscita delle impurità, e ruotare manualmente l’apposita manovella posta esternamente sulla parte superiore del coperchio.

DETTAGLI PRODOTTO

  • Lunghezza corpo: 400 mm.
  • Diametro corpo: 194 mm.
  • Portata filtro: 18 m³/h; 5 lt/sec.
  • Superficie filtrante: 1880 cm².
  • Cilindro esterno in acciaio inox AISI 304.
  • Microrete interna in acciaio inox AISI 304.
  • Spazzola interna.
  • Manovella per la rotazione.
  • Disco diffusore con fori elicoidale.
  • Chiusura con 6 ganci.
  • Pressione massima d’esercizio: 10 bar.
  • In/out: 2” Filettato maschio.
  • Guarnizioni: gomma nitrile.
  • Tappi in gomma.
  • Valvola in dotazione diametro 1”.
  • Resistente e duraturo grazie al corpo in acciaio zincato a caldo.

VANTAGGI

I filtri a spazzola manuali rispetto ai filtri a rete presentano innumerevoli vantaggi.

– Minor costo d’esercizio.

La peculiare caratteristica costruttiva delle cartucce filtranti L’AGREN fanno si che le stesse si possono riparare con un costo irrisorio e con il completo recupero dell’intera cartuccia, il cui smaltimento comporterebbe un aumento del rischio ambientale, contribuendo a un mondo più GREEN.

– Minore costo di manodopera.

Rispetto al filtro a rete presentano un’autonomia di lavoro nettamente superiore.

Ciò eviterà l’interruzione del ciclo irriguo che comporterebbe all’operatore notevole perdita di tempo (spegnimento dell’impianto, depressurizzazione dell’impianto, svuotamento delle tubazioni).

– Risparmio idrico.

MANUTENZIONE

Dopo un periodo di utilizzo si consiglia di smontare il filtro dal lato del coperchio per l’estrazione del cilindro filtrante avendo cura di effettuare le seguenti operazione.

– Pulizia della cartuccia interna usando una spazzola a setole morbide. (Evitare l’uso d’idropulitrici a forte pressione che potrebbero danneggiare la microrete).

– Controllo di usura dell’asse in acciaio inox AISI 304.

– Verifica dello stato della spazzola.

– Verifica dello stato della boccola in teflon (posta nel coperchio, dove viene alloggiato l’asse in acciaio inox AISI 304).

– Verifica dello stato di usura delle guarnizioni.

– Controllo manometri di pressione.

– Controllo valvola di scarico.

DIMENSIONI

Le misure sono riportate in mm e sono indicative

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “FSPM40FLPN10”